Appuntamento con l’economia

55519561_1075009452700219_5050366144020480_o

Essere in tanti a parlare di economia in prossimità di un’elezione comunale è stato qualcosa di speciale.
E’ vero che il sistema economico dipende da scelte lontane da noi e dalla capacità dei singoli imprenditori, ma è altrettanto vero che l’amministrazione pubblica può creare le condizioni per rendere attrattivo e competitivo il proprio territorio.
E’ stata una serata ricca di spunti che ci permetterà di raccogliere ulteriori idee per rendere qualificante il programma con cui ci presenteremo agli elettori.
Grazie al prof. Francesco Marangon, alla prof.ssa Maria Chiarvesio e al dott. Roberto Siagri per i loro preziosissimi contributi.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

 

Annunci

Come mantenere attrattivo un territorio?

Quali caratteristiche avrà il sistema economico del nostro territorio nei prossimi anni?
Accentueremo quella differenziazione (commercio, digitale, servizi) che ha reso il nostro territorio uno dei più importanti della Regione?
Che ruolo avranno il turismo “slow”, i servizi di vicinato e le nuove economie?
In questo 2° appuntamento parleremo di economia circolare, commercio e più in generale di economia sostenibile con il prof. Francesco Marangon e la prof.ssa Maria Chiarvesio dell’Università di Udine e il dott. Roberto Siagri, CEO di Eurotech e componente del CdA del Ditedi.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Serata su territorio e energie sostenibili

54419806_1071129143088250_4040039555095592960_n.jpg

La 1° delle 3 serate che abbiamo voluto organizzare per guardare al futuro del nostro territorio è stata un successo.
Idee, coraggio, sperimentazione, futuro, giovani, “green”, sono solo alcune delle parole chiave emerse dalla discussione. Parole che faremo nostre quando racconteremo ai cittadini di Tavagnacco le nostre priorità.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Inaugurata la nuova tenda della scuola

54520328_1071501233051041_4804426717399613440_n.jpg

Oggi abbiamo inaugurato la nuova tenda della scuola materna di Adegliacco.
Un meraviglioso regalo fatto dai genitori dei bimbi, ora alla primaria, a favore di quelli più piccoli che se la godranno per un po’.
Noi ci abbiamo messo un nostro contributo economico ma anche tempi troppi lunghi per le loro giuste esigenze. Queste sono le difficoltà della pubblica amministrazione che la gente fatica a comprendere.
È stata comunque una festa. Grazie alle maestre, all’assessore Elena Ciotti che se ne è fatta carico, agli uffici comunali ed ai meravigliosi genitori, tra cui Evita De Candido che ha fatto da tramite in questi lunghi mesi.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Cominciamo a discutere del futuro

Cominciamo a discutere del futuro.
Tavagnacco ha sempre guardato lontano cercando di anticipare o accompagnare i processi economico-sociali in corso.
Questo è il primo (di 3) appuntamenti che vuole far comprendere le opportunità che questo territorio potrebbe sviluppare.
Una serata per parlare di territorio, gestione degli spazi vuoti, boschi urbani, Tresemane, “social street”, riuso dell’edificato, energia, buone pratiche.
Dialogheranno con noi Giovanni La Varra, docente all’università di Udine e socio dello studio Barreca&La Varra di Milano; Mauro Piffer che racconterà le esperienze in campo energetico del Comune di Campodenno Val di Non (TN) e Walter Merler dell’associazioni Comuni trentini.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Festa del Pi-greco

53595354_1067356203465544_1141770867563298816_n

Ieri giornata speciale alla secondaria di Feletto con la Festa del Pi-greco. Specchi, solidi, probabilità, rompicapo che hanno coinvolto decine di ragazzi, istruiti e guidati dagli allievi dell’Istituto Malignani. Questa è la dimostrazione di quanto l’Istituto Comprensivo di Tavagnacco sia ricettivo e pronto a far fare agli alunni molte nuove ed entusiasmanti esperienze.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Chiusa l’epopea di via della Roggia

img_5108.jpg

Era il 3 febbraio 2017 quando dopo 2 anni di rimpalli sulle responsabilità, convocai un sopralluogo in via della Roggia con l’allora assessore Mariagrazia Santoro.
A novembre 2017 la Regione stanziò i fondi per l’intervento.
Nella primavera del 2018 il Consorzio avvió la progettazione.
Con la chiusa della Roggia di quest’inverno è stato dato l’avvio dei lavori ed ora finalmente via della Roggia è stata ripristinata (l’asfaltatura sarà realizzata prossimamente).
Qualcuno dirà che siamo prossimi alle elezioni.
È vero. Abbiamo sperato fino all’ultimo di riuscire a sistemare la strada prima della fine della legislatura e siamo felici di esserci riusciti.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Intervento in via Cormor

img_5092.jpg

Via Cormor a Feletto ha avuto in quest’ultimo anno una vita piuttosto travagliata. I lavori di rifacimento delle fognature realizzati dal CAFC hanno messo sottosopra la strada creando non pochi disagi ai residenti.
Quando il Connsorzio stava per avviare i lavori di riasfaltatura abbiamo immediatamente colto la palla al balzo per far realizzare, all’impresa già al lavoro, i dissuasori per il rallentamento della velocità.
E’ bastata una telefonata tra sindaco e direttore del consorzio per trovare un accordo, a dimostrazione di quanto sia importante essere presenti ed avere cognizione dell’andamento dei cantieri.
Ora finalmente con i fondi stanziati a bilancio abbiamo potuto asfaltare anche quel tratto non a carico del CAFC.
Un impegno preso con i cittadini ed immediatamente rispettato.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Prima i cittadini (per noi ma non per altri)

53043008_1060929827441515_4999137410496331776_n

Abbiamo amministrato per 15 anni insieme alla lista “Intesa per Tavagnacco”.
Da sindaco, in questi ultimi 5 anni ho garantito la totale libertà a tutti gli assessori (Moreno Lirutti, Ornella Comuzzo, Giulia Del Fabbro e Paolo Abramo); assieme abbiamo condiviso, e votato, tutto ciò che abbiamo discusso in giunta ed in consiglio comunale, dimostrando una grande comunanza di valori.
Ci siamo confrontati con l’opposizione (Vivere Tavagnacco) che ha dimostrato di avere una visione del territorio e della comunità profondamente diversa dalla nostra.
Oggi però apprendiamo, con incredibile stupore, che la lista “Intesa per Tavagnacco” (maggioranza) e la lista “Vivere Tavagnacco” (minoranza) sigleranno un’alleanza per le prossime elezioni comunali.
Quello che una volta era volgarmente chiamato “inciucio” o “ribaltone” oggi viene elegantemente definito “convergenza sui contenuti amministrativi”.
Com’è possibile se per 5 anni la minoranza si è sempre opposta alle nostre scelte?
Un amore primaverile determinato da cosa e da chi?
Dal punto di vista amministrativo provo una profonda rabbia; da quello umano tanta amarezza e delusione verso coloro che hanno condiviso con noi questi 5 anni.
Ora staremo a vedere come questo incredibile salto verrà giustificato ai cittadini visto che sarà difficile per loro non ammettere che anche questa volta (a Tavagnacco non era ancora accaduto) la peggiore politica ci ha messo lo zampino.
Io e le liste che mi sostengono ci presenteremo ai cittadini a testa alta, orgogliosi di ciò che abbiamo fatto e di quello che saremo capaci di proporre all’intera comunità di Tavagnacco, ascoltando e mettendoci sempre la faccia.
Perché per noi vengono prima i cittadini.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Cominciamo a pensare al territorio

52602096_1054019998132498_8346682960207937536_n.jpg

Cominciare a pensare al futuro del territorio è un momento straordinario.
Ieri sera eravamo in 20 attorno ad un tavolo a parlare di cultura, perché in questi anni molto è stato fatto ma è giusto continuare a guardare avanti perché tutto cambia ed è necessario accompagnare i cambiamenti.
Valorizzazione della storia e dell’identità del territorio, fiducia ai giovani, promozione delle eccellenze, reti tra famiglie e poi musica, arte e tanto altro ancora.
Grazie a tutti quelli che hanno partecipato sapendo che attraverso la condivisione daremo valore aggiunto alle nostre proposte.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”

Intervista al Messaggero Veneto/7

brooklyn-street-art-icy-sot-jaime-rojo-studio-visit-08-12-web-4

Il futuro:

Per i prossimi 5 anni ci proponiamo di coniugare 2 aspetti fondamentali: il pragmatismo dell’amministratore e ciò che dovrebbe fare la politica con la P maiuscola e cioè guardare lontano.
Riporteremo al centro dei processi decisionali la partecipazione dei cittadini quale strumento di confronto e condivisione dei progetti, ma anche individuando forme strutturate come potrebbe essere la “Consulta delle frazioni”.
Guarderemo all’economia favorendo l’insediabilità di nuove aziende, in particolar modo quelle del digitale, puntando al turismo slow che può rappresentare una nuova ed importante risorsa per il territorio, senza dimenticare il commercio che resta la spina dorsale del nostro sistema economico.
Pensiamo ad un modello dei servizi sociali meno rigido, ancor più inclusivo e capace di creare relazioni tra le diverse generazioni.
Continueremo a dare peso e valore alla cultura convinti però che essa non debba essere soltanto valorizzazione del territorio e delle sue identità, ma anche strumento di promozione e crescita economica. Immaginiamo l’area centrale di Feletto come una ”Piazza dei saperi” dove scuola, biblioteca, teatro e spazi dell’ex asilo di Villa Tinin possano offrire opportunità alle diverse fasce d’età.
Più in generale punteremo a servizi sempre più mirati e personalizzati che possano qualificare le singole frazioni che, per diversità e qualità, sono la vera ricchezza del territorio.

Martedì scorso ci siamo trovati per guardarci negli occhi e dare il via a questo percorso e, in una sala gremita, ho respirato un entusiasmo ed una voglia di partecipare che non vedevo da tempo.
Il mio compito sarà quello di trasformare tutto ciò in energia positiva per il territorio, facendo parlare le persone, creando momenti di confronto, permettendo a ciascuno di mettere il proprio piccolo ma importante tassello nel disegno della propria comunità.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2019”